Bonetti annuncia misure per aiuto famiglie in DAD da 200 mln

10 mar 2021

Estensione del lavoro da casa ai dipendenti con figli minori di 16 anni, se non si può reintroduzione del congedo straordinario retribuito al 50% se si hanno figli minori di 14 anni, per gli autonomi e i più esposti al virus come operatori sanitari e forze dell'ordine reintroduzione dei voucher, ossia dei bonus per l'acquisto di servizi, soprattutto babysitter. Sono riassunti in pochi minuti e in 3 punti, gli interventi allo studio del governo preannunciati dal ministro delle pari opportunità e della famiglia Elena Bonetti. Sento fortemente la responsabilità che abbiamo di fronte al dramma dello stravolgimento delle vite delle persone e di fronte al crollo occupazionale che ha investito il Paese in misura nettamente maggioritaria per le donne. Nel question time alla Camera l'esponente di Italia Viva spiega come verranno impiegati nel decreto sostegni i 200 milioni in dote per soccorrere le famiglie dopo la stretta del governo sulla scuola, platea e soldi saranno entrambi ampliati rispetto alle regole attuali, il congedo straordinario covid che garantiva metà dello stipendio, ora si può avere infatti solo se vi trovate in zona rossa e vostro figlio frequenta la seconda o terza media, un'eccezione è prevista solo nei casi di figli con disabilità grave, negli altri casi da gennaio il congedo non si può chiedere e il Governo sta quindi per riattivarlo con una formula ampia ed efficacia e retroattiva, si dovrebbe avere dunque la possibilità di convertire per esempio le ferie già prese, un'operazione non certo semplice, la materia è urgentissima, perché sempre più scolari sono a casa in dad e le norme attuali non coprono le esigenze di molti genitori. Attualmente in alternativa a ferie, permessi, parenti e babysitter pagati di tasca propria, resta solo lo strumento del congedo ordinario, quello che può prendere chi ha un figlio fino a 12 anni.

pubblicità
pubblicità