Cingolani e Colao: regole semplici per realizzare progetti

09 mar 2021

Per sfruttare la grande occasione del recovery fund non bastano i progetti servono anche regole semplici per poterli realizzare. Ne sono convinti Roberto Cingolani Ministro della transizione ecologica, e Vittorio Colao, capo dell'innovazione tecnologica, due uomini chiave per il piano italiano per la ripresa. Più della metà degli oltre 200 miliardi di aiuti europei anticrisi sarà speso per l'ambiente e il digitale. Serve una transizione che io chiamo in maniera un po' semplificata la transizione burocratica possiamo fare un piano fantastico avere anche delle grandi dotazione per realizzarlo, ma servono delle regole che ci consentano di operare in maniera efficace ed efficiente. Il Governo sta decidendo come impiegare i soldi europei, partendo dalla bozza elaborata dal precedente esecutivo sulla quale l'ASVIS, l'alleanza per lo sviluppo sostenibile. ha mosso diverse critiche presentate in un convegno con i due ministri. Tra gli obiettivi sull'ambiente, da realizzare con recovery Fand c'è la riduzione delle emissioni inquinanti. Il taglio dei sussidi dannosi, un maggior uso delle energie rinnovabili. Obiettivi ambiziosi per Cingolani, così come quelli che spettano a Colao, tra cui internet veloce in tutto il Paese, uffici pubblici, sanità e istruzione più digitali. Servono soldi e progetti, ma anche per l'ex manager tutto questo non basta. La cosa più importante è accettare di cambiare, di semplificare ed accelerare le riforme.

pubblicità
pubblicità