Confcommercio: blocco aumento dell'Iva o crescita zero

06 giu 2019

No alle misure in deficit, alla procedura di infrazione, sì al lavoro alle infrastrutture e al realismo nei rapporti con l'Europa, affinché l'Italia torni a essere protagonista. In una situazione di stagnazione economica e all'indomani dell'avvio della procedura per debito eccessivo è l'Assemblea annuale di Confcommercio, dopo quella di Confindustria, a inviare un chiaro messaggio all'esecutivo Gialloverde di cambiare passo nei toni e nell'agenda. Di fronte al Ministro dello Sviluppo Economico Luigi Di Maio, il Presidente della Confederazione Carlo Sangalli, rilancia la necessità della riduzione del cuneo fiscale, ma il presupposto di qualsiasi riforma fiscale rimane la sterilizzazione delle clausole di salvaguardia per 23 miliardi nel 2020, su cui, a stretto giro, riceve le rassicurazioni del Vicepremier. Eliminare definitivamente gli aumenti delle aliquote IVA previsti nel prossimo biennio. Una opzione che porterebbe dalla stagnazione alla crisi conclamata, quindi alla riduzione del Pil e dei consumi e al peggioramento del quadro di finanza pubblica. Presidente lo dico con molta fermezza e chiarezza, l'anno scorso sono venuto qui a dirvi che l'IVA non sarebbe aumentata a dicembre e non è aumentata, e allo stesso modo, vi dico che l'IVA non deve aumentare e non aumenterà anche nel Duemila… nella legge di bilancio 2019 sul 2020. Secondo le stime di Confcommercio con gli aumenti dell'Iva, la stagnazione diventerebbe crisi conclamata, con azzeramento della crescita nel 2020. Di Maio rassicura sulla stabilità del Governo, che avvierà una trattativa con l'Europa, secondo la linea: contestiamo ma non sfasciamo. Ma la considerazione di fondo, la sua, rimane quella che è l'Europa a sbagliare. “Queste lettere sono paradossali”, afferma di Maio, “se fai sempre le stesse cose e ti aspetti un risultato differente o sei in malafede o non competente”.

pubblicità

Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui.