Covid, aumentano del 10% beneficiari reddito di cittadinanza

18 mar 2021

La crisi morde e il reddito di cittadinanza fa da rete di protezione alle situazioni economiche più gravi o almeno ci prova. Il sussidio contro la povertà è arrivato nelle tasche di poco più di 920000 famiglie a febbraio. Non si tratta di numero record rispetto ai mesi precedenti, anzi è in calo rispetto a gennaio, ma spiega l'Inps che la ragione è fisiologica. A febbraio infatti è richiesta la dichiarazione sostitutiva unica per continuare a godere dell'aiuto economico che talvolta può essere presentata in ritardo o provocare la decadenza dal sussidio. Una flessione simile era avvenuta anche a febbraio 2020, infatti, è proprio confrontando il dato del mese scorso con quello di un anno fa si scopre l'effetto covid sulla povertà. Le famiglie che ricevono il reddito di cittadinanza sono ora quasi il 10% in più. Tanto è vero che nel decreto sostegno sarà necessario un finanziamento di circa un miliardo di euro. Nel decreto dovrebbe però trovare spazio anche un cambiamento per incoraggiare i percettori a lavorare. Secondo le ipotesi, chi trovasse un lavoro a termine potrebbe congelare il reddito di cittadinanza e tornare a riceverlo dopo la scadenza del contratto se avesse ancora bisogno. Intanto Sicilia, Campania e Calabria rimangono le 3 regioni in cui il reddito di cittadinanza, è decisamente più richiesto, mentre le famiglie a cui è stato revocato il sussidio perché le dichiarazioni sul reddito e sul patrimonio si sono rivelate non corrette sono circa il 2,5%, in crescita rispetto all'anno scorso, probabilmente perché i controlli stanno funzionando finalmente a regime. Il report dell'Inps riporta anche i numeri del reddito d'emergenza, aiuto creato ad hoc per la pandemia e destinato ai nuovi poveri che però non rientrano nella soglia del reddito di cittadinanza. Il tutto ha coinvolto poco più di 370000 famiglie, mentre le attese superavano il milione. Un risultato negativo su cui ora il Governo intende infatti intervenire.

pubblicità
pubblicità