Dazi Cina-Usa, Trump rassicura: accordo ancora possibile

15 mag 2019

Le parole, così come i tweet hanno conseguenze, soprattutto quando si è alla Casa Bianca. E così Donald Trump, dopo il lunedì nero di Wall Street ieri sulla Cina ha abbassato i toni. “Un accordo è ancora possibile”, ha spiegato il Presidente derubricando lo scontro con Pechino ad una controversia da poco. Anche gli operatori cinesi sembrano convinti che entro un mese si potrà arrivare ad un'intesa commerciale di ampio respiro fra i due Paesi e che quindi i contraccolpi dei dazi saranno minimi. Non è un caso che la Cina abbia previsto l'entrata in vigore degli aumenti delle tariffe su 60 miliardi di beni di importazione americana solo dal 1° giugno. E anche la risposta di Washington, con nuovi dazi del 25% sui restanti 300 miliardi di import made in China, verrà valutata solo a metà giugno. Certo, è di ieri anche la notizia che la Casa Bianca sia pronta a mettere al bando l'utilizzo dei prodotti Huawei, anche per le imprese private, ma per il momento i mercati hanno deciso di fidarsi di quanti leggono, nelle mosse degli ultimi giorni, solo una strategia negoziale per riuscire a spuntare risultati più vantaggiosi per entrambe le parti. Anche perché, fa notare Morgan Stanley, se alla fine, invece, non si dovesse trovare una soluzione e il protezionismo, senza vie d'uscita, entrasse a regime gli Stati Uniti sarebbero i primi a rischiare non solo la cessione, ma anche pesanti conseguenze sul mercato del lavoro. Tutte eventualità che renderebbero per il Presidente americano, molto più accidentato il percorso di una rielezione il prossimo anno. Occhi puntati dunque sulle mosse concrete delle prossime settimane, in particolar modo sul G20, previsto in Giappone a fine giugno. Prima opportunità di incontro in agenda fra Trump e Xi Jinping, potenzialmente l'occasione perfetta per ufficializzare, se non un accordo, quantomeno una tregua.

pubblicità

Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui.