Draghi: rispetteremo tutti gli obiettivi 2021 del PNRR

15 dic 2021

Rientra nel vivo la corsa ai fondi europei del Next Generation and You. In due settimane il Governo dovrà presentarsi alla Commissione Europea con i compiti fatti, per ricevere la prima trance Recovery Fund dopo il prefinanziamento. Si tratta di circa 20 miliardi di euro condizionati al raggiungimento degli obiettivi concordati assieme nel piano Ripresa e Resilienza. Alla Camera il Premier Mario Draghi ha rassicurato sul raggiungimento dei target. "Il Governo farà anche il punto sui 51 obiettivi da realizzare entro la fine dell'anno, che siamo certi di raggiungere tutti nei tempi previsti." La prossima settimana sarà approvata anche la relazione annuale sullo stato di avanzamento del PNRR. Il Governo aveva promesso trasparenza, ma per ora pubblica una sola relazione risalenti al 23 settembre. Secondo le ultime dichiarazioni del Ministro Daniele Franco, l'Italia avrebbe raggiunto 38 target su 51 richiesti entro la fine dell'anno. Si tratta principalmente di piani, regolamenti e decreti per porre le basi della spesa di 191 miliardi di euro che arriveranno al nostro paese. Ecco perché l'ostacolo principale non sembra trovare l'accordo tra i partiti della maggioranza ma, più la lentezza dei passaggi burocratici tra i diversi Ministeri, per non parlare di quando in campo ci sono le Regioni, con cui va trovato un accordo. Altri paesi europei sono più avanti noi, la Spagna ha già richiesto è ottenuto il placet della Commissione Europea sulla tranche di inizio 2022, anche la Francia sarebbe pronta a quella richiesta. Per fare chiarezza, Bruxelles ha pubblicato lo scoreboard sullo stato di avanzamento dei paesi. Un pagellone che misura, finalmente con trasparenza, chi sta rispettando gli impegni del Recovery Found.

pubblicità
pubblicità
SCOPRI VOICE
SCOPRI VOICESCOPRI VOICE
Attualità, inclusion, sostenibilità, diritti. Raccontiamo il cambiamento, un video alla volta. Scopri Voice, il nuovo progetto editoriale di Sky Tg24
GUARDA ORA