Fisco, dal 1 luglio aumenti in busta paga per i dipendenti

01 lug 2020

Busta paga più ricca per 16 milioni di lavoratori dipendenti. Dal primo luglio scatta il cosiddetto taglio del cuneo fiscale che si traduce in un aumento dello stipendio fino a 100 euro in più al mese, che sostituisce e amplia il bonus introdotto dal Governo Renzi. La misura riguarda chi ha redditi tra 8.174 e 40.000 euro all'anno. I lavoratori che già godevano del bonus da 80 euro avranno, dunque, un aumento effettivo in busta paga di 20 euro al mese, arrivando così a 100 euro totali. Il maggior beneficio arriverà per chi guadagna tra 26.600 e 28.000 euro, che finora era stato escluso dal bonus Renzi e adesso si troverà 100 euro in più in busta paga. Chi ha un reddito superiore ai 28.000 avrà invece aumenti sotto i 100 euro al mese che diminuiscono fino ad azzerarsi dopo i 40.000 euro. Quest'ultima misura però è temporanea e si applica per ora solo fino al 31 dicembre. Attenzione però, il bonus verrà erogato automaticamente dal datore di lavoro in base ai redditi a lui noti. Se si hanno altri redditi oltre a quello da lavoro dipendente, meglio comunicarli, altrimenti si corre poi il rischio di scoprire, quando si fa la dichiarazione che non si aveva diritto al bonus e di dover restituire i soldi.

pubblicità

Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui.