GameStop record in Borsa, la rivoluzione dei piccoli trader

28 gen 2021

Game stop, fine del gioco, quello dei grandi speculatori internazionali per una volta battuti, anzi surclassati dai piccoli trader proprio sul loro terreno. La storia della catena di negozi di videogiochi GameStop o meglio del suo folle andamento a Wall Street, sta diventando un caso clamoroso di potere dei social network. L'azienda, che conta 5000 store in tutto il mondo, va piuttosto male già da qualche anno, nel 2020, poi, complice la pandemia e il boom di acquisti online la crisi si aggrava, il valore del titolo alla Borsa di New York scende di pari passo dai 45 dollari di 5 anni fa ai 4 dollari di fine anno scorso, complice anche la sfiducia dei grandi fondi di investimento che shortano il titolo, è una tecnica che, in soldoni, permette agli operatori di guadagnare puntando sul calo di un'azione A inizio 2021 sul social network Reddit piccoli investitori non professionali e appassionati di videogame si coalizzano per comprare e far comprare il titolo, muovendosi quasi più da accalorati troll di internet che da freddi investitori finanziari: meme, video, appelli, una caotica campagna che fa scattare gli acquisti sul titolo. Il 4 gennaio vale 17 dollari e mezzo, il 27 gennaio ne vale quasi 350. Impennata impressionante che fino ad oggi sarebbe stata possibile solo con l'intervento di grandi fondi, quelli che muovono miliardi di dollari. Una rivoluzione legata all'effetto social che non è passata inosservata a chi guarda spesso al futuro. Elen Musk, padre di Tesla e Space X twitta il suo sostegno, dando ulteriore benzina allo sprint di game stop. Caso isolato o l'inizio di un cambiamento epocale? Si sicuro non finirà qui, c'è da scommetterci, qualche dollaro.

pubblicità
pubblicità
I podcast di Sky TG24
I podcast di Sky TG24
Ascolta e segui i podcast di Sky TG24: cultura, arte, informatica, scienza e tanti altri temi raccontati dalle voci dei giornalisti di Sky TG24
Scopri tutti i podcast