Istat, persi 841mila posti di lavoro in un anno

Sono usciti i nuovi dati sul mercato del lavoro dell'Istat e purtroppo non sono buoni. Ce lo si poteva attendere. Buona parte del secondo trimestre del 2020, tra aprile e giugno, è stato infatti contraddistinto dal lockdown. Così l'Italia ha contato 841000 posti di lavoro sfumati rispetto all'anno scorso, soprattutto tra le fasce più deboli, cioè giovani, donne e stranieri. Non è un caso quindi che la metà dei posti lavoro persi abbia riguardato chi ha tra 15 e 34 anni e ricordiamo tutto questo è accaduto in un periodo in cui i licenziamenti per motivi economici sono proibiti. Da dicembre in poi, quando le imprese potranno tornare a licenziare, il mercato del lavoro potrebbe quindi pagare un prezzo ancora più caro. Per ora a perdere il lavoro sono stati quindi i lavoratori autonomi che non potevano godere della cassa integrazione e i dipendenti a termine a cui non è stato rinnovato il contratto e poi tutto quell'insieme di lavoratori stagionali con contratti precari che caratterizzano in particolare il settore dei servizi. Mentre cala il numero dei lavoratori si riduce però allo stesso tempo anche la disoccupazione. Sembra un paradosso ma non lo è, infatti nel secondo trimestre si è contratto ancora di più il numero di persone che non ha lavoro o non lo cerca perché scoraggiato o non può farlo. Il calo dell'occupazione quindi non è questa volta una buona notizia perché allo stesso tempo aumentano gli inattivi di più di 1 milione in un anno. Allargando lo sguardo in Europa il mercato del lavoro italiano è andato però leggermente meglio di quelli in altri paesi europei, forse grazie a una cassa integrazione arrivata sì in ritardo ma che dopo qualche difficoltà è riuscita comunque a tappare i buchi, almeno per chi ne aveva diritto, agli altri è andata decisamente peggio.

pubblicità
pubblicità
I podcast di Sky TG24
I podcast di Sky TG24I podcast di Sky TG24
Ascolta e segui i podcast di Sky TG24: cultura, arte, informatica, scienza e tanti altri temi raccontati dalle voci dei giornalisti di Sky TG24
Scopri tutti i podcast