Italia-Russia: ecco i rapporti economici tra i due paesi

04 lug 2019

Una relazione che parte dall'importante asse geopolitico che si è creato in quest'ultimo anno e mezzo. L'amicizia tra Roma e Mosca esiste da anni, ma di certo è rifiorita con l'attuale Governo, lo si è potuto notare anche al recente G20 di Osak. Putin del resto ribadisce come l'Italia sia un partner privilegiato in un contesto di tensioni sull'area politica internazionale questo conta eccome. Asse che si basa sulla nostra dipendenza dal gas e dal petrolio, uno dei punti principali dell'agenda di ogni Paese che non ha giacimenti in grado di soddisfare il proprio fabbisogno. E così la Russia rappresenta in maniera assoluta il nostro principale fornitore di gas, quasi la metà di quello che importiamo arriva da Mosca, soprattutto attraverso il gasdotto TAG. Dati dai quali si comprendono due fatti. Il primo, perché i due Paesi abbiano rapporti solidi in termini economici e politici, il secondo perché Bruxelles e Washington temano un eccessivo sodalizio energetico tra Italia e Russia. E che le cose vadano a gonfie vele lo confermano anche altri numeri, snocciolati dallo stesso Putin. L'Italia è il quinto partner commerciale del Cremlino, dopo Cina, Germania, Paesi Bassi e Bielorussia. Sono circa 500 le imprese italiane rappresentate nel Paese. L'interscambio è cresciuto nel 2018 del 12,7% a 26,9 miliardi di dollari. Un dato interessante se si considera la presenza delle sanzioni. L'export, ovvero quanto vendiamo ai russi, ammonta nel 2018 a 7,6 miliardi di euro, in leggero calo rispetto all'anno precedente è vero, ma vicino al periodo cosiddetto d'oro, pre-sanzioni, quando esportavano circa 10 miliardi di euro. Dati che ci dicono come le sanzioni di fatto non abbiano avuto chissà che effetto. Vale la pena ricordare che riguardano il comparto alimentare, ma nello specifico carne, pesce, frutta, verdura e latticini, non il vino, eccellenza del nostro made in Italy, o la pasta e il caffè per esempio. Un embargo che secondo le stime di Coldiretti è costato in 5 anni un miliardo di euro. Putin peraltro ha affermato come non avesse il desiderio di estendere misure di risposta alle sanzioni anche all'Italia, ma non poteva agire in modo selettivo perché si sarebbe imbattuto in problemi nell'ambito dell'Organizzazione mondiale del commercio.

pubblicità
pubblicità
I podcast di Sky TG24
I podcast di Sky TG24I podcast di Sky TG24
Ascolta e segui i podcast di Sky TG24: cultura, arte, informatica, scienza e tanti altri temi raccontati dalle voci dei giornalisti di Sky TG24
Scopri tutti i podcast