Maserati investe 1,6 miliardi e punta sull'elettrico

26 set 2019

Si mette in moto la Maserati elettrica, il piano di investimenti di FIAT Chrysler fa un passo in avanti con un investimento di 1 miliardo e 600 milioni per i modelli della controllata del tridente, nell'ambito del più ampio progetto di 5 miliardi complessivi che il colosso italo-americano intende spendere nei prossimi anni. Per quanto riguarda questa tranche le auto della casa del lusso saranno costruite interamente in Italia per essere pronte per la strada, nel 2021. Il piano verde di Maserati partirà l'anno prossimo a Torino con la Ghibli, un modello già esistente che sarà dotato di motore elettrico ibrido, ci saranno poi due nuovi modelli, una super sportiva, prodotta nello stabilimento di Modena e un SUV nel sito di Cassino, nel Lazio. Nel polo piemontese di Mirafiori e Grugliasco saranno sfornate invece la granturismo la GranCabrio, le prime macchine al 100% elettriche del gruppo. L'annuncio di Maserati, che offrirà per i suoi modelli servizi di guida assistita, non è stato accolto con entusiasmo da tutti i sindacati. Secondo la Fiom CGIL il piano non garantirebbe la piena occupazione in tutti gli stabilimenti interessati. Promette invece di soddisfare i lavoratori il nuovo premio di produzione per i dipendenti della Ferrari, un supplemento allo stipendio che oscillerà fra i 10 mila e i 13 mila euro l'anno, più del doppio quindi di quello esistente e che riguarderà tutti i 3 mila 500 impiegati del cavallino rampante, interinali compresi. Il maxi incentivo arriva grazie al buon andamento delle vendite realizzate nella prima metà di quest'anno e riguarderà il periodo 2020/ 2023 ed è legato ai risultati che si riusciranno a raggiungere a Maranello.

pubblicità

Vuoi vedere altro ?

Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui.