Rc auto familiare, cosa cambia

17 feb 2020

Quest'anno per il figlio del signor Rossi l'assicurazione dello scooter sarà meno cara e non perché sia stato disciplinato. Anzi, ha fatto qualche incidente negli anni passati e inoltre ha la patente da poco, ma ora potrà utilizzare la classe di merito del papà che con la sua auto non ha sinistri da tempo e quindi non paga tanto. È questa la novità principale sulla RC, l'assicurazione obbligatoria per macchine e moto che in sostanza permette a tutti i membri della famiglia di essere trattati come il più virtuoso tra i guidatori di casa. Qualcosa del genere già esisteva, ma adesso se ne amplia la portata perché riguarda anche i veicoli di tipo diverso, per esempio, da auto a moto e anche i contratti assicurativi già esistenti. I vantaggi maggiori saranno per famiglie numerose con tanti mezzi trasporto. Infatti si stima che circa il 5% degli assicurati potrebbe finire nella prima classe, quella più economica. Nessun beneficio, invece, per i single o per le famiglie che hanno un solo veicolo e che di solito sono le meno ricche. Anzi, per queste ultime potrebbero arrivare i rincari. Le compagnie assicurative hanno infatti già annunciato che con la riforma milioni di conducenti pagheranno meno e quindi la conseguenza è che dovranno rifarsi aumentando i prezzi da qualche altra parte. In teoria, potrebbe arrivare un incremento generalizzato di tutte le tariffe, si stima del 2 o 3% per tutti, ma potrebbe accadere anche che i rincari riguardino solo alcune categorie, per cui per gli esclusi dalla riforma all’orizzonte ci sarebbe un salasso. Un freno a questa eventualità potrebbe essere il correttivo introdotto in Parlamento nei giorni scorsi. Chi beneficia dello sconto familiare potrà perderlo se non sarà virtuoso. Per esempio, se il figlio del signor Rossi, causerà un incidente con danni per almeno 5000 euro, tornerà a pagare di più perché sarà retrocesso di 5 classi di merito e quindi non godrà più dei vantaggi del padre. Solo il tempo, però, potrà dire se l'introduzione del nuovo malus rappresenterà un freno ai temuti aumenti.

pubblicità