Reddito e pensione di cittadinanza a oltre 1 mln di famiglie

20 gen 2020

Reddito e pensione di cittadinanza sfondano quota 1 milione, questo è il numero di famiglie che ha ricevuto fino all'inizio di gennaio le due versioni del sussidio statale partito ad aprile dell'anno scorso per combattere la povertà. Per la stragrande maggioranza i beneficiari sono italiani. Un terzo delle domande sono state respinte, mentre 56 mila sono state le famiglie decadute dalla misure di welfare introdotta dal primo Governo Conte. Andando nel dettaglio scopriamo che sono stati solo 143 mila i destinatari delle pensioni dedicate a chi è in difficoltà, mentre 2,4 milioni hanno incassato il reddito di cittadinanza, che in media ammonta a 532 euro a famiglia, circa il doppio della precedente misura contro la povertà. L'Inps però spiega che due terzi delle famiglie hanno avuto meno di 600 euro e solo l' 1% si è vista caricare 1200 euro sulla card gialla delle Poste con la quale si spende il sussidio. Poco più di un terzo dei percettori, poi, sono single, più o meno come le famiglie in cui ci sono minorenni. Altro dato interessante, per quanto non si tratti di una sorpresa, riguarda la distribuzione geografica. Il reddito di cittadinanza è finito perlopiù al Sud e nelle isole. La Campania da sola ha più beneficiari di Piemonte, Lombardia e Veneto messi assieme. Tutti questi dati permettono di fare un primo bilancio se messi a confronto con le previsioni fatte circa un anno fa, cioè alla vigilia dell'entrata in vigore della misura. All'epoca l'esecutivo stimava che l'aiuto economico arrivasse a 1,24 milioni di famiglie, un dato, quindi, superiore a quello registrato finora e purtroppo lontano dall'obiettivo di cancellare la povertà che secondo i dati dell'Istat riguarda 5 milioni di individui. E' da vedere, poi, se il reddito di cittadinanza riuscirà a mettere in moto l'occupazione con la promessa di aiutare chi è a spasso a trovare un lavoro.

pubblicità