Scelta Fed, gli esperti: "Risolvere nodo lavoro, poi tassi"

04 nov 2021

"Si, ieri Powell ha dato un po' la descrizione di quello che è un po' la definizione di temporaneo, visto e ha ammesso il fatto che insomma, l'inflazione dura un po' di più, l'inflazione alta sta persistendo per un po' più tempo, rispetto a quello che la stessa FED aveva messo in conto. E ha indicato anche le ragioni e anche un percorso, che a suo avviso, potrebbe vedere, potrebbe interessare l'inflazione stessa, affinché rientri e quindi tra il secondo e il terzo trimestre del prossimo anno. È lì che si vedrà, si dovrebbe vedere, un'inflazione che tende un po' a ritirarsi e questo ha portato Powell a dire, bene questo ci consente di essere anche pazienti sui tassi. Anche perché, nel frattempo, l'inflazioni è alta, ma l'occupazione ancora non è tornata ai livelli pre-pandemici. Ancora poche persone, rispetto a quelle che erano prima della pandemia, si offrono per andare a lavorare, bisogna che si normalizzi anche il mercato del lavoro, prima eventualmente di arrivare al tema tassi. Quindi ci vuole tempo e non necessariamente è un qualcosa che avviene meccanicamente, subto dopo la fine della, diciamo, rimozione degli acquisti di Bond che dovrebbe terminare intorno alla metà del prossimo anno.

pubblicità
pubblicità
I podcast di Sky TG24
I podcast di Sky TG24I podcast di Sky TG24
Ascolta e segui i podcast di Sky TG24: cultura, arte, informatica, scienza e tanti altri temi raccontati dalle voci dei giornalisti di Sky TG24
Scopri tutti i podcast