Dad, tornano congedi e bonus baby sitting per i genitori

12 mar 2021

Per mamma e papà sarà un po' meno complicato affrontare le prossime settimane col bimbo a casa perché in didattica a distanza o in quarantena. Se si hanno figli più piccoli di 14 anni e non si può lavorare tra le mura domestiche, uno dei due genitori avrà la possibilità di restare sotto il proprio tetto e avere metà dello stipendio. Questo se si tratta di dipendenti, mentre ci saranno i bonus baby sitting fino a 100 euro settimana per gli autonomi, quindi le partite Iva, gli impiegati nel settore sanitario, come medici e infermieri e gli appartenenti alle forze dell'ordine. Se il figlio ha tra i 14 e i 16 anni uno dei genitori potrà prendere il congedo straordinario ma perderà la paga. Il governo che ha stanziato per queste misure 290 milioni di euro, garantisce anche il diritto allo smart working per chi ha figli sotto i 16 anni, diventa così più semplice lavorare da casa, anche se poi nel concreto spesso diventa difficile farlo col piccolo nella stanza accanto a seguire le lezioni. In ogni caso i congedi saranno retroattivi fino al 1° gennaio, si dovrebbero dunque poter convertire per esempio le ferie prese nelle scorse settimane per stare col bimbo perché la scuola era chiusa. Dall'inizio dell'anno, infatti, il congedo era riservato solo a chi viveva in zona rossa e aveva il figlio in seconda o terza media.

pubblicità
pubblicità