Sblocca-cantieri nel mirino di Anac e corte dei conti

15 mag 2019

È tornato a far discutere uno dei temi più caldi del dibattito politico dopo che il Presidente dell'Autorità Nazionale Anticorruzione, Raffaele Cantone, in un'intervista a Sky Tg24, ha bocciato il decreto sblocca cantieri, denunciandone alcuni aspetti come preoccupanti e pericolosi. Ci sono aspetti problematici nella norma che semplifica gli affidamenti al di sotto dei 200.000 euro, che è una norma pericolosa, perché gli affidamenti al di sotto dei 200.000 euro sono numerosissimi soprattutto negli enti locali. Ci sono norme preoccupanti che riportano il ripristino dell'appalto integrato, un sistema che aveva dimostrato di funzionare molto male. Ci sono delle norme che consentono eccessive deroghe ai commissari di Governo, che sono nominati e soprattutto sono nominati con un criterio che non individua neanche con chiarezza quali sono le opere. Non solo, a destare la preoccupazione del Presidente dell'Autorità Anticorruzione è anche la norma sui subappalti che presenterebbe non solo dei rischi di infiltrazione mafiosa, ma porterebbe ad un abbassamento della qualità dei lavori, dato che gli affidamenti in appalto sono fatti a ribasso e i subappaltatori lavorerebbero in regime di ulteriore risparmio. Non si è fatta attendere la risposta del Ministro delle Infrastrutture, Danilo Toninelli, che ha ricordato come il Governo abbia già approvato la legge cosiddetta “spazza corrotti”, che secondo il Ministro, permetterebbe di allargare le maglie per semplificare le procedure. Ma critiche senza mezzi termini al decreto arrivano anche dalla Corte dei Conti, che punta il dito contro l'assenza di ordinarietà, di regole semplici, stabili nel tempo comprensibili e applicabili da tutti. “Sono più le deroghe che le regole”, ha detto Angelo Buscema Presidente dei magistrati contabili. Il decreto ha avuto una lunga gestazione, sono stati presentati più di 1.000 emendamenti. Arriverà al Senato il 28 di maggio, cioè dopo le elezioni europee. Le forze di Governo non hanno ancora trovato un accordo su quali siano i cantieri da sbloccare. Primo fra tutti quello della Torino Lione e su quanti i commissari straordinari da nominare per cantiere.

pubblicità

Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui.