Virus, lavoratori precari a rischio

19 giu 2020

Rischiano di essere i lavoratori più fragili, i precari, a pagare il prezzo più alto della crisi economica causata dalla pandemia. Nei primi 3 mesi di quest'anno sono crollati i nuovi contratti a termine. Rispetto allo stesso trimestre del 2019 ne sono stati firmati 195000 in meno in un periodo solo in parte condizionato dalla chiusura delle attività produttive decisa per contenere la pandemia. In robusto calo anche le assunzioni a tempo indeterminato, mentre ha retto meglio chi un posto di lavoro già l’aveva, grazie alle misure del Governo. Divieto di licenziamento, ampliamento della cassa integrazione e maggiore flessibilità per far entrare in azienda impiegati a tempo determinato hanno arginato un'emorragia di posti che però potrebbe esplodere nei prossimi mesi e secondo alcune stime lasciare a casa milioni di italiani. Tutti i provvedimenti per tutelare il lavoro scadono tra poco. Non si può licenziare fino a metà agosto e per la cassa integrazione, sebbene estesa, potrebbero servire altri soldi e le risorse europee non è chiaro quando arriveranno. Altro capitolo incandescente è quello dei precari. Fino al 30 agosto vale la deroga al rinnovo. I contratti a termine possono essere prorogati senza dover mettere nero su bianco la causale, cioè i motivi che giustificano l'assunzione a tempo. È una eccezione al decreto dignità di due anni fa, che aveva stretto le maglie ed è un cavallo di battaglia dei 5 Stelle che il Movimento vuole continuare a cavalcare, tanto che la Ministra del Lavoro, Nunzia Catalfo, ha chiuso la porta alla possibilità di estendere fino a dicembre la maggiore flessibilità per questo tipo di contratti, come invece ha lasciato intendere il titolare del Tesoro, Roberto Gualtieri. Ci sarebbe invece concordanza di vedute fra i due Ministeri per introdurre incentivi per le assunzioni stabili. Sgravi contributivi probabilmente per le imprese che prendono dipendenti a tempo indeterminato, ma con l'obbligo di non licenziarli per 9, 12 mesi.

pubblicità

Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui.