Brasile, fantasmi cacciano presidente da residenza ufficiale

A.A.A. Acchiappafantasmi Cercasi, perché poco conta se sei un Capo di Stato con a disposizione tutte le guardie del corpo di cui hai bisogno e forse anche di più. Di fronte al paranormale non c’è security che tenga. E così, il Presidente del Brasile, Michel Temer, dopo notti insonni e incubi angoscianti, ha deciso di fare le valigie. Si è lasciato alle spalle questo gioiello di architettura, disegnato da Oscar Niemeyer, con i suoi enormi saloni, la piscina, il campo da calcio, la cappella e il giardino, con tanto di uccellini e struzzi. A che serve d’altronde tutto questo se poi è infestato di fantasmi? Proprio così. Il Presidente ha dichiarato in un’intervista che in quella sontuosa residenza lui e la bella moglie Marcela, ex modella e reginetta di bellezza, 43 anni più giovane del marito, non si sono mai sentiti a loro agio, tanto da spingere lei a rivolgersi addirittura ad un esorcista per cercare di liberare la residenza dagli spiriti maligni, ma niente di fatto. L’unico che non sentiva l’angoscia provenire dalle ampie vetrate era il figlioletto di 7 anni che scorrazzava liberamente da una parte all’altra della dimora. Non preoccupatevi, però, Presidente e consorte hanno trovato un riparo, diciamo un ritorno a casa, in quella residenza che sarebbe dovuta andare al suo vice e che abitavano fino all’impeachment di Dilma Rousseff, a meno che i fantasmi non li inseguano anche lì.


  • TAG
Autoplay