Caso Weinstein, la polizia di NY potrebbe arrestarlo

Di male in peggio. Dopo le oltre cinquanta accuse di molestie su attrici più o meno note arrivate dal mondo di cui fino a poco tempo fa era il magnate Harvey Weinstein si trova di fronte alla prova più importante della sua vita: difendersi da un possibile e potenziale arresto. Il motivo? Aver superato per ben due volte l’attrice Paz de la Huerta. Secondo le informazioni raccolte dalla polizia di New York la star di Boardwalk Empire è stata violentata in due occasioni nel 2010. A sostegno delle sue accuse vi sono una lettera del terapista dell’attrice e la testimonianza di un giornalista con cui si era confidata in passato. “Ci ha presentato una narrazione credibile e dettagliata. Abbiamo cercato conferme – i fatti risalgono a sette anni fa – e le abbiamo trovate” ha detto il capo detective Robert Boyce, citato dal New York Post. Al momento Weinstein si trova fuori dallo Stato di New York, in un centro di riabilitazione per la dipendenza dal sesso. Per questo la polizia dovrà chiedere un mandato d’arresto all’ufficio del procuratore distrettuale Cyrus Vance. Nel frattempo gli agenti continuano a raccogliere prove. "Se questa persona fosse a New York e fosse una cosa recente, andremmo dritti ad arrestarlo. Nessun dubbio. Ma parliamo di un caso vecchio di sette anni e dobbiamo andare avanti a raccogliere prove", ha affermato Boyce. Altro Paese, stesse accuse. Su Kevin Spacey, denunciato da un giovane che afferma di essersi svegliato nel 2008 in casa dell’attore scoprendo che stava compiendo su di lui un atto sessuale, si sta muovendo Scotland Yard. Insomma, anche per l’oramai ex presidente Frank Underwood le cose si stanno mettendo male e la situazione non sembra migliorare. Anzi, Weinstein e Spacey, per il dorato mondo di Hollywood, sembrano già un lontano ricordo o meglio due stelle, cadenti però.


  • TAG
Autoplay