Papa scrive a Raggi: riconoscenza e affetto, "buona onda"

“Buona onda”. È con un augurio davvero inconsueto, che non potrà non piacere ai grillini, che Papa Francesco si rivolge, con una lettera cordialissima, alla cara sorella Sindaca di Roma, Virginia Raggi. “Buona onda” risponde entusiasta al pontefice, via Twitter, la prima cittadina della Capitale. Scambio inatteso di cortesie e attestati di stima quello tra il Vaticano e il Campidoglio, che ha avuto come preludio, l’8 dicembre, la cordiale e prolungata stretta di mano in occasione dell’omaggio all’Immacolata, in Piazza di Spagna. Il giorno dopo, la Raggi è andata in Vaticano insieme ad altri Sindaci di grandi città europee per un convegno sull’emergenza migranti. Adesso il Papa la ringrazia con una lettera, che si chiude così: “Mentre chiedo al Signore di non abbandonarla mai, soprattutto in questo momento difficile, la accompagno con riconoscenza ed affetto. Non si dimentichi di pregare per me. O, se non prega, le chiedo che mi pensi bene e mi mandi buona onda”. “Buona onda”, un saluto per qualche aspetto geniale e che, in futuro, potrebbe diventare una specie di mantra per il Movimento 5 Stelle. Francesco mostra di conoscere bene le difficoltà in cui si dibatte la Raggi a Roma, la città di cui Bergoglio è Vescovo. Dopo aver ricordato che ha seguito con attenzione i lavori del convegno in Vaticano e la proposta di creare una rete di Sindaci, il Papa aggiunge, rivolto alla Sindaca: “Conosco le sue iniziative, le sue battaglie personali e le avversità che ha dovuto affrontare. Le esprimo, pertanto, la mia ammirazione e la mia gratitudine per il suo operato intelligente e coraggioso a favore dei nostri fratelli e sorelle rifugiati. La mia porta sarà sempre aperta per lei e per questa nuova rete”. “Buona onda, Pontifex. È una grande emozione” risponde la Raggi via Twitter. Quel fiume Tevere, che separa il Vaticano dal Campidoglio, ora sembra diventato più stretto.


  • TAG