A Kerman la cerimonia di sepoltura di Soleimani

07 gen 2020

È una folla immensa quella che si è riunita nella città di Kerman per la cerimonia funebre del generale Qasem Soleimani, ucciso venerdì in un raid americano in Iraq. Tutte le strade che portano alla città natale di colui che comandava i reparti speciali delle guardie rivoluzionarie iraniane sono stracolme di gente in lutto. I media locali riferiscono di decine di vittime nella calca e per questo, per ragioni di sicurezza, le autorità hanno disposto un rinvio della sepoltura. La morte di Soleimani ha inevitabilmente e drasticamente accresciuto le tensioni non solo tra Iran e Stati Uniti, ma in tutto il Medio Oriente. L’Iraq, ad esempio, finora ha cercato di trovare un equilibrio tra Teheran e Washington, equilibrio rotto dall'eliminazione di Soleimani, tanto che il Parlamento di Bagdad ha votato una risoluzione che chiede la partenza delle truppe straniere ancora nel Paese. Una situazione in fermento, una crisi potenzialmente esplosiva su cui aleggiano le parole pronunciate oggi dal Segretario del Consiglio iraniano Ali Shamkhani, che parla di 13 possibili scenari per la vendetta dell’Iran. Intanto la prima conseguenza della mossa del Presidente Trump è l'annuncio di Teheran che ora si ritiene libera dagli impegni sullo sviluppo del nucleare presi con l'accordo di cinque anni fa. Accordo da cui Trump, tra l'altro, era già uscito nel 2018. Vertice straordinario venerdì a Bruxelles per i Ministri degli Esteri dell'Unione europea che dovranno discutere di una crisi dalla quale non si può escludere un possibile rafforzamento di ciò che rimane dello Stato islamico in Iraq.

pubblicità

Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui.