Attacco in Somalia, al Shabaab rivendica attentato

28 dic 2019

Morti, feriti, scene di orrore e di sangue. Una nuova strage ha scosso la Somalia e la firma è ancora una volta quella di Al-Shabab la cellula somala di Al-Qaeda che ha rivendicato l'attacco. Teatro del massacro è un sobborgo di Mogadiscio. I morti sono decine. Secondo quanto è stato ricostruito un kamikaze al volante di un'auto bomba è entrato in azione in una zona molto affollata e trafficata della città, si è fatto esplodere ad un check point un passaggio cruciale per chi entra ed esce dalla capitale somala, davanti ad un ufficio delle imposte. L'autobomba era stata intercettata dalle forze di sicurezza e a quel punto il kamikaze avrebbe deciso di farsi esplodere. E' stato uno dei più devastanti attacchi terroristici avvenuti in Somalia. Alcuni studenti universitari rimasti uccisi nell'attacco stavano viaggiando su questo pulmino, quando sono stati colpiti. Dal 2006 il gruppo terroristico di Al-Shabaab ha compiuto ripetuti attacchi nella capitale somala, uccidendo operatori umanitari internazionali, giornalisti, operatori di pace e colpendo il Governo e obiettivi militari.

pubblicità
pubblicità