Addio a Tutu, l'arcivescovo anti-apartheid Nobel per la pace

26 dic 2021

Funerali di Madiba il padre della patria, la nazione è in ginocchio a venerare l'uomo, che ha immolato la sua vita per battere l'Apartheid. Riconosciuto, come unico leader in grado di tenere insieme la nazione Arcobaleno. E la nazione ai funerali rumoreggia, fischia il Presidente Zuma, poi finito in carcere. Canta, balla come ha sempre fatto per celebrare l'addio a Nelson Mandela. E' il caos però, il Sudafrica sta dando una pessima immagine di se di fronte più grandi leader della terra. Non voglio sentire uno spillo dice a quel punto l'arc. L'Arcivescovo Desmond Tutu, e sullo stadio calò un silenzio assoluto. Ecco, se c'è un episodio che ritrae al meglio l'altro padre della Patria sudafricana è questo. Carisma, autorevolezza ma anche ironia. Perché se Mandela ha rappresentato per anni una bandiera con il suo martirio in carcere. Tutu è stato il portavoce di quella parte della nazione che sapeva, voleva dialogare senza rinunciare alla denuncia. Per questo, nonostante le ricadute sulla popolazione nera di cui era l'alfiere. L'arcivescovo, chiese l'embargo nei confronti, del suo paese che ancora praticava la segregazione razziale. Ma da religioso ne negò sempre la lotta armata e il comunismo. Nato in una famiglia della media borghesia nera nel 1931 nel Transval. Tutu, non avrebbe voluto fare il sacerdote, o almeno non subito. Avrebbe indossato le vesti solo dopo il matrimonio, dopo il destino avrebbe tessuto una delle trame più riuscite della storia. Quando si era trasferito a Città del Capo, sarebbe andato ad abitare nella stessa strada di Nelson Mandela. Mister Nobel della pace nel 1984, e continuò la sua battaglia ma non dimenticò mai, che solo il dialogo avrebbe impedito un bagno di sangue. Perché solo con la memoria si può perdonare alla sua convinzione, per questo presiedette la commissione per la riconciliazione nel 1995. Con cui venne concessa la grazia, a quanti ex carnefici ammisero le loro colpe. Fu questo il suo capolavoro, il suo lascito più importante. Negli ultimi anni della sua vita, condusse un'esistenza ritirata a causa delle condizioni di salute ,tanto che qualcuno dubitò perfino della sua partecipazione ai funerali del suo amico Madiba. E invece ci andò e come.

pubblicità
pubblicità
I podcast di Sky TG24
I podcast di Sky TG24I podcast di Sky TG24
Ascolta e segui i podcast di Sky TG24: cultura, arte, informatica, scienza e tanti altri temi raccontati dalle voci dei giornalisti di Sky TG24
Scopri tutti i podcast