Addio all'Erasmus, Londra boccia il programma

09 gen 2020

Il vento della Brexit soffia forte anche sull'Erasmus. Il popolare programma di interscambio fra studenti universitari europei rischia di essere cancellato in Gran Bretagna. A deciderlo sono stati i parlamentari inglesi che con 344 voti contro 254 hanno bocciato la cosiddetta “Nuova clausola dieci”, l'emendamento che avrebbe, invece, obbligato il Governo a mantenere la sua partecipazione al programma. La fine dell'Erasmus, che del resto era stata annunciata, è rimbalzata sulle prime pagine dei media internazionali, ma non tutto è perduto, precisa il Governo inglese. Il Sottosegretario per l'Università e la Ricerca Chris Skidmore ha rassicurato: “Il voto alla Camera non mette fine o impedisce al Regno Unito di partecipare all'Erasmus” ha twittato. “Rimaniamo aperti a partecipare e ciò farà parte dei futuri negoziati con l'Unione Europea.” Anche da Downing Street ridimensionano l'allarme, sostenendo che la questione verrà affrontata più avanti. Nel frattempo, fino a che una decisione certa non verrà presa, si profila un futuro incerto per decine di migliaia di studenti britannici che studiano nell'Unione Europea e quanti si trovano a seguire corsi didattici a Londra. Per loro i finanziamenti per i viaggi di studio potrebbero essere a rischio, a meno che la Gran Bretagna non decida di intraprendere altre strade e di continuare ad accogliere studenti stranieri, pur non facendo più parte dell'Unione Europea.

pubblicità