Allerta virus, 6 tra medici e infermieri morti a Wuhan

14 feb 2020

Adesso tocca ai medici, iniziano ad essere loro le vittime del coronavirus in Cina, negli ospedali mancano le protezioni e il personale viene colpito. Scarseggiano tute e mascherine, il virus corre e loro non sono, ovviamente, immuni. Le tute non sono abbastanza e vengono quindi riutilizzate per giorni. Molti medici non hanno la possibilità di uscire, mangiare e andare in bagno durante il turno di lavoro proprio perché non potrebbero cambiare la tuta. I medici di qualsiasi specializzazione sono chiamati a ricevere quattrocento pazienti in 8 ore, racconta una fonte anonima. Delle 59.900 tute necessarie ogni giorno, medici e infermieri di Wuhan, ne hanno solo 18.500 spiega il Vicesindaco Hu Yabo. Stessa osservazione per le mascherine N25 che proteggono dal virus. Ce ne vorrebbero 119.000 al giorno, ma ce ne sono solo 62 mila e c'è chi le compra a spese proprie e le invia ad amici e parenti o le regala a quei pochi che ancora si incontrano a Wuhan. L'OMS ha chiarito che è ancora troppo presto per prevedere la fine dell'emergenza. Proprio nel momento in cui cambia la modalità di diagnosi, il numero sale velocemente. Un'impennata di contagi del COVID-19 è legata ad un cambiamento nei criteri adottati per il conteggio da parte delle autorità sanitarie nell'Hubei. Fino a ieri il contagio veniva confermato solo dopo i risultati positivi dei test sull'acido nucleico che impiegavano anche due o tre giorni per essere disponibili. Ora invece si conferma con scansioni al torace, quindi molto più velocemente. Intanto iniziano gli sbarchi dalla Diamond Princess. Un primo gruppo di passeggeri è risultato negativo al test per il COVID-19, è sceso dalla nave da crociera bloccata dal 3 febbraio nella Baia di Yokohama, in Giappone, 11 passeggeri anziani dagli 80 anni in su che sono stati trasportati in strutture sanitarie dove rimarranno fino alla fine della quarantena prevista il 19 febbraio. Dal Vietnam, poi, arrivano altre immagini di vuoto. Diecimila persone, un intero villaggio risulta in quarantena.

pubblicità

Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui.