Allerta virus, Francia: epidemia è alle nostre porte

25 feb 2020

L'epidemia è alle nostre porte, ci prepariamo. Senza allarmismo, ma con sano realismo, il neo Ministro della Salute francese Olivier Véran spiega come Parigi stia affrontando l'allerta Covid-19 dopo i numeri italiani, predisponendo, insomma, tutte le misure possibili, ma senza chiudere le frontiere. “Non avrebbe senso detto” ha detto Véran alla radio RTL. Ad oggi i numeri dicono che Oltralpe una sola persona è morta per il nuovo Coronavirus, 475 casi sono stati presi in esame e di questi solo 12 hanno dato riscontro positivo. Altri 10 sono ancora in corso di verifica. E' su altre cifre che nasce la querelle tra Roma e Parigi. Se in Italia e da più parti si sostiene che si è avuto un numero elevato di casi perché sono stati effettuati più tamponi che altrove, in Francia la linea è diversa. Il Ministero della Salute ha confermato a noi, di Sky Tg24, che un dato preciso sui test effettuati non viene fornito per scelta e che più della quantità è decisiva la qualità del test stesso, ovvero su chi e quando viene effettuato e quanto poi viene ripetuto. In caso di vera emergenza, invece, cosa accadrebbe in Francia? Il livello di guardia salirebbe fino a predisporre 70 ospedali ad hoc e il numero dei tamponi quotidiani, che al momento è al massimo di 400, potrebbe arrivare a diverse migliaia. I pronto soccorso francesi, invece, sono pronti all'emergenza?.

pubblicità