Allerta Virus, Oms: contagio mortale nel 2% dei casi

22 feb 2020

Lo sguardo della comunità scientifica è rivolto ai numeri. Nelle ultime ore il trend registrato in Cina, da dove è partita l'epidemia, è in diminuzione. I numeri dei contagi sono stati 397, rispetto agli 889 del giorno precedente. Caos, paura, incertezze però, che rischiano di impattare in modo significativo sull'economia globale, i cui effetti sono oggetto di discussione nell'incontro dei ministri delle Finanze del G20. Anche la Corea del Sud fa i conti con l'emergenza coronavirus. Si registrano altri 87 casi in poche ore, portando il totale dei contagiati a 433. È il secondo Paese per numero di contagi, dopo la Cina. Allerta massima anche in Iran, dove si aggrava il bilancio delle vittime. Cinque morti, in tutto i contagiati sono 28. Dall'OMS il richiamo ad essere cauti, ma vigili. Il numero dei contagi non sono elevati e soprattutto il tasso di mortalità registrato fino ad oggi è molto basso. Si registrano i primi casi anche in Israele e Libano. In Israele, una delle passeggere della Diamond Princess è ora in isolamento e sotto cura. In Libano una giovane, anche lei già ricoverato in quarantena, proveniente con aereo di linea dall'Iran. Mentre resta al momento solo uno in via di guarigione, il contagiato in Africa, in particolare in Egitto. Nell'ultimo bollettino del Centro Europeo per il Controllo delle Malattie, gli stati interessati in Europa sono sette, oltre all'Italia: Germania, Francia, Gran Bretagna, Spagna, Belgio, Finlandia e Svezia.

pubblicità

Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui.