Alluvione Germania, interi villaggi spazzati via. VIDEO

19 lug 2021

La casa di Anna, come la maggior parte delle abitazioni, è stata distrutta dalla furia dell'acqua e del fango. Nella sua mente sono ancora impresse le immagini dei vicini saliti sui tetti per mettersi in salvo e la consapevolezza che passerà del tempo prima di tornare a casa. Giorni dopo l'alluvione del 15 luglio, in tutta l'area colpita, si lavora senza sosta, si ripuliscono le case dal fango, si portano via le macerie e le auto e i detriti. Più di mille uomini e donne dell'esercito sono impegnati nelle due regioni colpite, e centinaia i vigili del fuoco e i tecnici. La polizia, con l'aiuto dei cani molecolari, cerca i dispersi, con la speranza che siano meno di quello che si immagina. Sono ancora diverse le aree dove non è stata ripristinata la corrente elettrica e dunque non si può fare una stima precisa. "Non c'è elettricità e non c'è acqua potabile, dobbiamo ricostruire l'intero villaggio" ci dice la Sindaca di Kreuzberg, piccolo villaggio nel distretto di Altenahr. "Nessuno ci ha avvertiti del pericolo". Qui l'ottanta per cento delle persone non ha più una casa. Le strade sono crollate, le case travolte, i punti inagibili, nel fango gli oggetti e i ricordi di una vita. Si mettono in sicurezza le dighe, mentre sono stati recuperati tutti i veicoli caduti, più di un centinaio, sulla strada statale vicino ad Erschfratt. Mentre la politica dibatte sul sistema di allarme e attenzione alla questione climatica, è iniziata una gara di solidarietà. Volontari arrivano da diverse parti della Germania. A Bonn, un professore universitario ha organizzato gruppi di volontari tra i suoi studenti. Kwabena, studente di scienze naturali, è uno di loro.

pubblicità
pubblicità
I podcast di Sky TG24
I podcast di Sky TG24I podcast di Sky TG24
Ascolta e segui i podcast di Sky TG24: cultura, arte, informatica, scienza e tanti altri temi raccontati dalle voci dei giornalisti di Sky TG24
Scopri tutti i podcast