Ambiente, Greta in viaggio verso gli Usa

14 ago 2019

Buona fortuna Greta. Accompagnata da questo augurio la giovane attivista svedese Greta Thunberg ha lasciato il molo di Plymouth, nel sud-est dell'Inghilterra, per imbarcarsi sulla Malizia, uno yacht di circa 18 metri, alla volta degli Stati Uniti, dove prenderà parte alla conferenza sul clima, prevista al Palazzo di Vetro a New York il prossimo 23 settembre. Un viaggio di due settimane, il suo, ad emissioni zero, su un natante dotato di pannelli solari e turbine subacquee capaci di produrre energia, ovviamente in totale assenza di comfort. È possibile che mi venga un po' di mal di mare e non sarà un viaggio comodo, ma ce la posso fare, ha spiegato la sedicenne, che nel viaggio è accompagnata dal padre Svante, oltre che da un cameraman. Come spiegato dallo stesso skipper Boris Herrmann lo yacht è progettato per privilegiare la velocità sulla comodità. I passeggeri non avranno a disposizione né bagni né docce, ma solo un secchio per i propri bisogni e tantomeno potranno usare una cucina. Per mangiare facciamo bollire l'acqua e la mettiamo in sacchetti di cibo liofilizzati, ha spiegato Greta, che non viaggia in aereo, ritenendolo un mezzo troppo inquinante. Sullo yacht con la ragazza anche Pierre Casiraghi, il figlio più giovane di Carolina di Monaco. La sedicenne farà tappa anche in Canada, Messico e Cile, dove a dicembre prevede di partecipare a un'altra conferenza sull'emergenza climatica. Per tenere fede ai suoi impegni di attivista la ragazza, studentessa promossa anche l'ultimo anno a pieni voti, si è presa un anno sabbatico da scuola, fatto che ha provocato anche delle critiche.

pubblicità