Australia ancora divorata dalle fiamme nel sud est

22 dic 2019

Il Nuovo Galles del Sud, in Australia, contina a bruciare. Le Blue Mountains sono divorate dalle fiamme, cosi come la Gospers Mountain. Decine e decine di case ridotte in cenere, migliaia di ettari, non esistono più. Il fumo soffoca i boschi e oscura il cielo della città più vicine, Sydney compresa. L'odore di bruciato è ormai ovunque e la polvere rende irrespirabile e tetra l'aria della città più popolosa dell'Australia. Diversi medici hanno parlato di emergenza sanitaria pubblica dovuta ai fumi tossici. La battaglia eroica di diecimila vigili del fuoco continua da settimane in quest'estate australe appena iniziata, ma anticipata da una primavera caldissima, con temperature di 40 gradi e forte siccità. Le aree più colpite sono tutte nel sud-est del Paese. Le squadre di soccorso lavorano senza sosta per limitare la diffusione dei circa 110 incendi, di cui quasi 60 ancora non contenuti. Il villaggio di Balmoral, a sud ovest di Sydney è stato quasi spazzato via dalla tempesta di fuoco che ha imperversato per giorni. Gli abitanti della cittadina di Bargo, sono stati evacuati. 180 mila ettari della zona sono andati distrutti. Da settembre gli incendi boschivi in Australia hanno bruciato almeno tre milioni di ettari, l'equivalente dell'area del Belgio. Le vittime in tutto sono state dieci.

pubblicità
pubblicità