Dramma sul set, Baldwin ha sparato provando una scena

25 ott 2021

Sono ancora in corso le indagini sulla morte della direttrice della fotografia Alina Hutchins, sul set di Rust che si stava girando a Santa Fe. E a poco a poco emergono nuovi dettagli. Il proiettile che giovedì scorso l'ha uccisa, è partito dalla pistola usata da Alec Baldwin, mentre l'attore si esercitava nella ripetizione di una scena. A riferirlo agli agenti è stato il regista del film, Joel Souza, rimasto ferito a una spalla dalla pallottola. Stando alle sue dichiarazioni, Baldwin dopo aver estratto l'arma dalla fondina l'ha puntata verso la telecamera, accanto alla quale si trovavano Hutchins e lo stesso Souza. È allora che sarebbe partito il colpo mortale. Guardavo stando dietro alla spalla di Hutchins e all'improvviso abbiamo sentito come il rumore di una frusta e poi un forte colpo, ha dichiarato il regista, che ha aggiunto di ricordare vagamente che Alina prima di accasciarsi, si lamentava di un dolore allo stomaco e al petto. Di più, si scopre che la pistola sarebbe stata utilizzata da alcuni componenti della troupe, con proiettili veri e per gioco, soltanto qualche giorno prima di finire nelle mani di Baldwin, il che potrebbe spiegare perché la pistola non fosse caricata a salve, ma contenesse una vera pallottola. E ancora, che Dave Halls, l'assistente alla regia che ha consegnato l'arma all'attore dicendo che era caricata a salve, era stato oggetto di lamentele per la sicurezza nel 2019. Inoltre, alcune maestranze già prima dell'incidente mortale, avrebbero lamentato scarsa attenzione all'uso delle armi sul set e conseguente mancanza di sicurezza, mentre altri due episodi simili, stando a quanto si apprende, si sarebbero registrati durante la lavorazione del film fortunatamente senza conseguenze. Proprio la scarsa attenzione ai protocolli di sicurezza nell'uso delle armi, potrebbe costare ad Alec Baldwin, che di questo lavoro è anche co-produttore, diverse cause civili, ma comunque non incriminazione per omicidio colposo, in quanto l'attore era ignaro del fatto che la pistola contenesse una vera pallottola. Le indagini puntano sulla 24enne Ana Gutierrez Reed, responsabile delle armi sul set. La giovane donna, alla sua prima esperienza di peso, aveva il compito di verificare la sicurezza delle pistole e dei fucili, eppure qualche tempo fa, proprio lei aveva dichiarato in un podcast, di non sentirsi pronta a sostenere un ruolo così, su un set tanto importante.

pubblicità
pubblicità
I podcast di Sky TG24
I podcast di Sky TG24I podcast di Sky TG24
Ascolta e segui i podcast di Sky TG24: cultura, arte, informatica, scienza e tanti altri temi raccontati dalle voci dei giornalisti di Sky TG24
Scopri tutti i podcast