Bando immigrati, udienza Corte appello San Francisco

07 feb 2017

“Ne va della sicurezza nazionale”. Con questa motivazione il Dipartimento di Giustizia ha avanzato la propria memoria difensiva alla Corte d’appello di San Francisco, chiedendo ai giudici di ristabilire, con effetto immediato, l’ordine esecutivo del Presidente Trump, che mette al bando immigrati e rifugiati da sette Paesi a maggioranza musulmana. Oggi la Corte si riunirà e ascolterà le parti in causa per decidere se ribaltare la sentenza con cui nel fine settimana un giudice di Seattle aveva di fatto bloccato il decreto presidenziale a livello nazionale. Il fronte contro la Casa Bianca si è allargato nelle ultime ore. Oltre ai procuratori di Washington e del Minnesota, i primi a portare avanti la battaglia legale contro il provvedimento, si sono aggiunti un’altra dozzina di Stati più un centinaio delle principali imprese della Silicon Valley, da Google, a Microsoft, a Facebook, passando per Airbnb. La preoccupazione è che questo ordine esecutivo si riveli un boomerang discriminatorio che rischia potenzialmente di mettere in crisi anche il modello di business degli Stati Uniti, che storicamente si basa su una forza lavoro internazionale ed inclusiva. Secondo il Presidente, invece, i Paesi nella lista nera e il bando restano questione di sicurezza nazionale. Lo ha ribadito anche ieri parlando in una base militare in Florida, sottolineando che la misura è temporanea e ha l’obiettivo di controllare con attenzione chi entra negli Stati Uniti. “Non vogliamo aprire la porta a chi ci odia” ha spiegato il Presidente, che ieri, fra l’altro, ha ribadito il sostegno americano alla NATO, chiedendo però ai Governi alleati di fare la loro parte per sostenere l’amministrazione. L’attenzione di Donald Trump in queste ore resta comunque sul futuro del suo bando agli immigrati, un provvedimento simbolo, soprattutto sulla base delle promesse fatte in campagna elettorale, tanto che, indipendentemente dalle decisioni che prenderà la Corte di San Francisco nelle prossime ore, già si comincia a pensare alla battaglia definitiva, quella in Corte Suprema.

pubblicità
pubblicità
I podcast di Sky TG24
I podcast di Sky TG24I podcast di Sky TG24
Ascolta e segui i podcast di Sky TG24: cultura, arte, informatica, scienza e tanti altri temi raccontati dalle voci dei giornalisti di Sky TG24
Scopri tutti i podcast