Birmania, nasce forza di difesa popolare

05 mag 2021

Il NCGUB, Governo di Unità Nazionale del Myanmar, che nonostante comprenda membri del Parlamento, regolarmente eletti lo scorso novembre assieme ad alcuni leader delle proteste delle minoranze etniche, non è stato ancora riconosciuto da alcun paese, ha annunciato la nascita di una forza di difesa popolare. Il portavoce del Governo, Dr Sasa, lo ha annunciato tramite alcuni tweet, spiegando che la nuova forza di difesa sarà armata e si pone per il momento l'obiettivo di difendersi dalle violenze del regime, che continuano in tutto il paese. Obiettivo finale, si legge nel comunicato, è quello di creare finalmente un esercito federale che abbia l'appoggio di tutta la popolazione e che ponga fine a 70 anni di guerra civile. Nessuna notizia, nel frattempo, di Aung San Suu Kyi, la cui udienza virtuale è stata ancora una volta rinviata e degli altri prigionieri politici arrestati, mentre proseguono in tutto il paese, ma soprattutto nelle zone di frontiera, scontri armati tra Esercito e milizie armate delle minoranze.

pubblicità
pubblicità