Brexit, ambasciatore Morris: per italiani non cambierà nulla

30 gen 2020

Cambieranno e come cambieranno, se cambieranno, le relazioni tra Gran Bretagna, Regno Unito e Italia, e come si svilupperà la partnership tra i nostri due Paesi, dopo non solo il 31 Gennaio, ma anche il 31 dicembre del 2020? Ovviamente l’uscita del Regno Unito dall'UE è un cambiamento, un cambiamento storico, che cambia il contesto dei nostri rapporti con l’Italia, però non cambia e non cambierà i nostri obiettivi condivisi e i nostri valori condivisi. Come abbiamo fatto durante gli ultimi tre anni, noi continueremo in collaborazione con i nostri amici e partner italiani, di rafforzare la partnership, rafforzare le relazioni bilaterali e anche per affrontare insieme le sfide più urgenti di oggi, come i cambiamenti climatici. Per questo siamo molto orgogliosi e molto felici di aver potuto stabilire una partnership con l’Italia per il COP 26. Se fino al 31 Dicembre di quest'anno non cambierà nulla per gli italiani che vivono e lavorano in Gran Bretagna, che cosa cambierà, invece, poi dal 1 Gennaio del 2021? Ci sarà un nuovo sistema britannico per gestire l'immigrazione. Un nuovo sistema come il nostro Primo Ministro ha delineato, che sarà basato sulle esigenze della nostra economia, un Points Based System Come abbiamo visto con la dichiarazione queste settimane del Primo Ministro, di un nuovo Global Talent Visa Scheme per gli scienziati e per i ricercatori, il Regno Unito rimarrà aperto ai talenti europei, ai talenti globali e ai talenti italiani.

pubblicità