Conflitto Israele-Hamas, non si ferma escalation violenza

12 mag 2021

Ad un passo dalla guerra aperta, nel pieno di una escalation di violenza. In Israele, anche stanotte, hanno suonato le sirene che avvertono dell'arrivo dei razzi da parte di Hamas: più di 200, secondo fonti palestinesi, nei confronti di Israele. Anche stanotte l'esercito israeliano ha martellato dal cielo la striscia di Gaza, abbattendo anche degli edifici che hanno portato a incrementare il computo delle vittime. Il movimento islamista Hamas che ha il pieno controllo della striscia di Gaza ha annunciato che per rappresaglia nei confronti di Israele lancerà altri 110 razzi verso le città di Tel Aviv e Be'er Sheva. Il Premier israeliano Netanyahu è pronto al contrattacco. Il Premier ha annunciato anche lo stato di emergenza a Lod inviando subito l'esercito. Sinagoghe, auto e negozi sono stati dati alle fiamme secondo i media locali. Il Sindaco parla di una guerra civile che si combatte strada per strada. Su quasi tutte le strade di Israele, ormai, è battaglia.

pubblicità
pubblicità