Cop26, ultime ore negoziati: su cosa sono divisi i Paesi

11 nov 2021

"So, time is running out". Il Presidente della Cop26 mette pressione sui negoziati in corso a Glasgow. La collaborazione tra Stati Uniti e Cina porta ottimismo nella sede della conferenza, ma nelle stanze dove si lavora al testo finale giorno e notte rimangono ancora molte divergenze da appianare. È importante che dal documento finale non scompaia lo stop ai finanziamenti alle fonti fossili, fa notare il Vicepresidente della Commissione Europea Frans Timmermans. E a proposito di finanziamenti, uno dei temi che in queste ore divide maggiormente è proprio quello dei soldi da destinare ai Paesi più poveri per aiutarli a fronteggiare la crisi climatica. Una posizione sintetizzata bene dall'attivista ugandese Vanessa Nakate. Intanto le ultime ore sono segnate anche dalla nascita di un'alleanza di Paesi che si impegnano a eliminare gas e petrolio. A guidarla sono Danimarca e Costa Rica. Soltanto all'ultimo l'Italia decide di farne parte come amica, con un impegno meno stringente rispetto ad altri membri. L'Italia è avanti, abbiamo le idee chiare - assicura il Ministro della Transizione Ecologica Cingolani - abbiamo un grande piano per le rinnovabili.

pubblicità
pubblicità
I podcast di Sky TG24
I podcast di Sky TG24I podcast di Sky TG24
Ascolta e segui i podcast di Sky TG24: cultura, arte, informatica, scienza e tanti altri temi raccontati dalle voci dei giornalisti di Sky TG24
Scopri tutti i podcast