Coronavirus, aumentano i contagi, tre navi in quarantena

08 feb 2020

In tempi record, anche il secondo ospedale cinese è stato terminato. Si trova a Wuhan, epicentro del focolaio partito a dicembre e ospiterà solo pazienti risultati positivi al test del coronavirus. La struttura è attrezzata per 1200 posti letto. L'epidemia corre veloce. Nelle ultime 24 ore ci sono stati quasi 90 nuovi decessi in Cina e le vittime del coronavirus, nel paese, salgono oltre a 700. Fra queste c'è anche un cittadino americano di 60 anni prima vittima straniera, deceduto in un ospedale di Wuhan. Hong Kong ha imposto la quarantena obbligatoria a tutti coloro che arrivano dalla Cina per arginare la diffusione del virus, restano bloccati, a bordo della nave da crociera Diamond Princess, che si trova a sud di Tokyo, 3600 persone. Ci sono anche 35 italiani a bordo, che stanno bene. Oltre 60 sono i contagiati che sono stati fatti sbarcare. Altre due imbarcazioni sono in quarantena. A Hong Kong, 3600 persone sono state confinate a bordo della Walt Prime, dopo che 3 ex passeggeri sono risultati positivi al virus. Bloccata in mezzo al mare anche un'altra nave partita da Singapore lo scorso 16 gennaio per una crociera. In tutta la Cina sono imponenti le misure messe in campo dal governo per cercare di fermare l'epidemia. Chi tornerà al lavoro lunedì dovrà seguire una serie di regole ferree come queste: mantenere una distanza di oltre un metro da persona a persona, e indossare sempre la mascherina, quando si lavora nello stesso spazio, occorrerà anche lavarsi le mani prima di entrare in ufficio e bisognerà aprire sempre le finestre durante le riunioni. Intanto l'organizzazione mondiale della sanità ha lanciato l'allarme stanno per terminare le mascherine e altri equipaggiamenti protettivi contro il nuovo coronavirus.

pubblicità