Coronavirus, in Cina via ultime restrizioni a Whuan

07 apr 2020

E finalmente arriva l'annuncio: nessuna vittima in Cina da gennaio, da quando, l'epidemia è esplosa nel Paese. Pechino, finalmente, rialza la testa. Con gradualità, riaprono le attività, riprendono a circolare i trasporti e a Wuhan, città focolaio dell'Hubei, dopo 76 giorni di chiusura totale, saranno revocate le restrizioni agli spostamenti esterni e i cittadini muniti di codice verde sanitario potranno lasciare la Città e la Provincia. Il ritorno alla vita è commovente, come straziante è il ricordo di quei giorni di isolamento totale. Mentre tutto il mondo fa i conti con il lockdown, la Svezia è rimasta, finora, l'unica voce dissonante, non avendo adottato nessuna restrizione. Le immagini week end assolato, allegro e affollato avevano fatto il giro del mondo, suscitando invidia e perplessità, ma il modello svedese mostra ora le sue crepe, i dati sono eloquenti: poco più di 10 milioni di abitanti, oltre 7 mila 500 contagiati, quasi 600 morti. Il che significa un tasso di mortalità più alta di tutta la Scandinavia. Il Governo, con oltre 100 vittime in 24 ore, si prepara a chiudere, mentre Stoccolma si attrezza con un ospedale da campo da 600 posti. Chi invece guarda già al dopo, non senza timore, sono gli austriaci, il cancelliere Kurz ha annunciato che dal 14 aprile riapriranno i parchi pubblici, in seguito, a scaglioni, i negozi. Anche la Spagna, il Paese europeo più colpito dopo l'Italia, tira un sospiro di sollievo, confortata dai dati dei ricoveri, sebbene resti altissimo il numero delle vittime. In Germania, la cancelliera Merkel non ha voluto fissare scadenze per annullare le misure di contenimento, ma si pensa già a come attrezzarsi per tornare alla normalità. Intensificati i controlli in Francia, mentre balzo record in Russia, con oltre mille casi di contagio 14 ore. Se la Thailandia sperimenta negli ospedali dei robot per tutelare i medici, nelle Filippine la repressione è al colmo. Il Presidente ha dato ordine alla Polizia di sparare a chiunque non si attenga alle regole, e così un uomo di 63 anni è stato ucciso.

pubblicità
pubblicità
I podcast di Sky TG24
I podcast di Sky TG24I podcast di Sky TG24
Ascolta e segui i podcast di Sky TG24: cultura, arte, informatica, scienza e tanti altri temi raccontati dalle voci dei giornalisti di Sky TG24
Scopri tutti i podcast