Coronavirus, in Israele proposto secondo lockdown

La corsa del virus non accenna a fermarsi tanto nel mondo quanto in Europa. Nel vecchio continente a destare preoccupazione è la situazione in Spagna, il Paese europeo più colpito dalla pandemia di coronavirus. Ormai la chiamano Secunda Ola, la seconda ondata, il nuovo boom di contagi che ha colpito il Paese iberico. Ma non è solo la Spagna a fare i conti con un trend in aumento, anche in Francia la situazione non è rosea. Nelle ultime 24 ore nel Paese transalpino sono stati registrati quasi 10mila nuovi casi, portando così la Francia ad essere il sesto Paese più colpito al mondo e il secondo in Europa. Un aumento significativo che ha convinto il Consiglio scientifico a chiedere decisioni difficili al Governo per cercare di tamponare una situazione che si aggrava sempre più. Una scelta drastica, invece, l'ha presa Israele, dove il Comitato ministeriale ha proposto il lockdown nel Paese. La decisione sarà convalidata domenica ed è prevedibile che la nuova chiusura partirà da mercoledì. Una volta entrato in vigore il nuovo lo lock gli israeliani non potranno allontanarsi oltre 500 metri dalle proprie abitazioni e chiuderanno gli esercizi privati non indispensabili. Si fermerà anche il sistema educativo, mentre si potrà continuare a pregare, ma solo all'aperto e in spazi ritenuti idonei dalle autorità.

pubblicità
pubblicità
I podcast di Sky TG24
I podcast di Sky TG24I podcast di Sky TG24
Ascolta e segui i podcast di Sky TG24: cultura, arte, informatica, scienza e tanti altri temi raccontati dalle voci dei giornalisti di Sky TG24
Scopri tutti i podcast