Coronavirus, per la prima volta nella storia chiude Lourdes

17 mar 2020

Colpisce anche il Santuario dei Miracoli l'emergenza coronavirus, per la prima volta nella sua storia, da quando la piccola Bernadette, 126 anni fa disse di avere visto la Vergine, Lourdes chiude i suoi cancelli. In tempi normali al Santuario arrivano da tutto il mondo milioni di fedeli e moltissimi malati, ma già da qualche tempo, per cautela sanitaria erano in atto restrizioni. Rigorosamente chiuse le piscine dove ci si immerge nell'acqua ritenuta miracolosa, nessuna messa, nessun assembramento di persone e pellegrini dovevano pregare, dall'altra Riva del fiume Gave, da lì potevano vedere la celebre grotta dell'apparizione, però senza affollarcisi si davanti. Santuario chiuso ai fedeli dunque ma il Rettore fa sapere che i sacerdoti continueranno a pregare davanti all'immagine della Madonna. Continua anche la Novella di intercessione di fronte alla Vergine. E dato che, come noto, il virus colpisce soprattutto gli anziani è a loro che ho pensato a Papa Francesco durante la messa mattutina trasmesse in streaming dal sito del Vaticano. Io vorrei che oggi pregassimo per gli anziani che soffrono questo momento in modo speciale. Una solitudine interna molto grande e delle volte con tanta paura. Preghiamo il Signore perché sia vicino ai nostri nonni, alle nostre nonne, a tutti gli anziani, gli dia forza, loro ci hanno dato la saggezza, la vita, la storia. Anche noi siamo vicini a loro con la preghiera. Intanto il Vaticano sta preparando un documento dal titolo: “coronavirus e fraternità umana”, monsignor Vincenzo Paglia, Presidente della pontificia accademia per la vita spiega che sarà incentrato sul fatto che la pandemia si sconfigge con i mezzi tecnici e clinici, ma solo se uniti agli anticorpi della solidarietà. Che la scienza non deve cedere a sovranismi o alla pressione politica.

pubblicità