Coronavirus, più di 20,5 milioni contagi nel mondo

14 ago 2020

I contagi da coronavirus non si fermano, sono più di 20 milioni e 700 mila i casi positivi nel mondo, con oltre 750 mila decessi. Sono gli Stati Uniti a detenere il triste primato di Paese più colpito dal COVID con più di 5 milioni di casi. Per contenere i contagi il candidato dem alle elezioni presidenziali americane, Joe Biden, ha proposto di rendere obbligatorio l'uso della mascherina. Proposta però respinta dal Presidente Donald Trump. A preoccupare è anche La situazione del Brasile, secondo Paese al mondo per numero di contagi, che ormai ha superato i 3 milioni di positivi. Situazione allarmante anche in Messico, dove si registrano mezzo milione di casi con oltre 7 mila nuovi positivi nelle ultime 24 ore. In Asia è l'India il Paese più colpito dalla pandemia, dove il bilancio dei decessi ha superato quota 47 mila. Nuova impennata di casi anche in Europa, dove la paura di un secondo lockdown diventa sempre più forte dopo il boom di contagi degli ultimi giorni. È il Regno Unico il Paese del vecchio continente con il maggior numero di morti, con oltre 41 mila vittime. Per far fronte alla pandemia il Governo britannico sta decidendo se ripristinare la quarantena per chi arriva in Inghilterra da Francia e Paesi Bassi, dove nelle ultime ore si è registrato un picco dei casi. Misura che però potrebbe non piacere a Parigi, che ha già annunciato che attuerà misure reciproche. Non è migliore la situazione in Spagna, dove si registra un nuovo balzo dei contagi. Sono quasi 3 mila in 24 ore, in netto rialzo rispetto ai giorni precedenti. In Germania, dopo il boom dei casi registrati dopo la riapertura delle scuole, a preoccupare maggiormente sono i contagi tra i più giovani. In attesa del vaccino, le uniche misure per contenere la pandemia restano il distanziamento sociale e l’uso della mascherina.

pubblicità