Covid, a Vienna rabbia e rassegnazione fra i commercianti

21 nov 2021

Fra le vie di Vienna si respira aria di Natale e di shopping. La gente passeggia, i turisti popolano numerosi strade e piazze. È l'ultima domenica prima del lockdown, che da lunedì scatterà in tutto il Paese a causa del dilagare del Coronavirus, che ogni giorno fa registrare sempre più persone positive al test anti-Covid. Sabato solo a Vienna, sono stati registrati 600 casi. I viennesi sono rassegnati e arrabbiati nello stesso tempo, da un lato dicono, queste restrizioni servono perché occorrono misure drastiche per fermare i contagi, dall'altro però fanno notare, che anche le persone vaccinate dovranno soffrire per queste nuove imposizioni decise dal Governo. Qui siamo nella Rathausplatz dove, come ogni anno vengono allestiti i mercatini di Natale. Anche in centro ristoratori e commercianti, non nascondono la preoccupazione per l'impatto che il lockdown, che durerà tre settimane, avrà sulle loro attività. La svolta arriverà a febbraio, quando sarà imposto l'obbligo vaccinale alle persone che non avranno ancora ricevuto alcuna dose di vaccino contro il Covid.

pubblicità
pubblicità
I podcast di Sky TG24
I podcast di Sky TG24I podcast di Sky TG24
Ascolta e segui i podcast di Sky TG24: cultura, arte, informatica, scienza e tanti altri temi raccontati dalle voci dei giornalisti di Sky TG24
Scopri tutti i podcast