Covid, Biden favorevole a rimozione brevetti sui vaccini

06 mag 2021

Per dare una mano ai Paesi che stanno soffrendo maggiormente la pandemia e che si trovano a corto di dosi, come l'India, l'amministrazione Biden è uscita allo scoperto, definendosi favorevole all'abolizione della proprietà intellettuale sui vaccini Covid-19. Una svolta importante, arrivata nella serata di ieri e definita storica dal Direttore dell'Organizzazione Mondiale della Sanità. A comunicarla, la Rappresentante statunitense per il Commercio, Katherine Tai. "Si tratta di una crisi sanitaria mondiale" ha affermato "le circostanze straordinarie della pandemia, invocano misure straordinarie". La richiesta di cancellare temporaneamente i brevetti sui vaccini, era stata avanzata proprio dall'India, assieme al Sudafrica, con l'obiettivo di velocizzare e aumentare la produzione. Una richiesta che però aveva e continua ad avere, diversi oppositori, non solo le case farmaceutiche interessate, che temono una riduzione dei loro guadagni, ma anche la Francia, che spinge invece per maggiori donazioni di dosi ai Paesi poveri. Dopo il consenso americano, comunque, la strada sembra meno in salita, adesso ci sarà da trattare con una serie di negoziati, che richiederanno tempo a causa della complessità della vicenda. Un passaggio importante potrebbe avvenire agli inizi di giugno, tra l'8 e il 9, quando sarà organizzata una riunione dell'Organizzazione Mondiale del Commercio sui vaccini. Una scelta quella americana, che ha lasciato deluse le case farmaceutiche. La sospensione, ha scritto in un comunicato la Federazione Internazionale delle Aziende Farmaceutiche, è la risposta semplice ma sbagliata, ad un problema complesso.

pubblicità
pubblicità
I podcast di Sky TG24
I podcast di Sky TG24
Ascolta e segui i podcast di Sky TG24: cultura, arte, informatica, scienza e tanti altri temi raccontati dalle voci dei giornalisti di Sky TG24
Scopri tutti i podcast