Covid, esperti inglesi: subito altre misure restrittive

11 dic 2021

La quarta ondata di contagi da Coronavirus avanza rapidamente in Europa e nel Regno Unito si profila uno scenario drammatico. Secondo gli esperti inglesi, se presto non verranno adottate altre e più severe misure di contenimento del virus, nel giro di pochi mesi la variante omicron potrebbe causare tre 25 mila e i 75 mila morti. Peggio di quanto accade nel gennaio del 2021, quando il paese era alle prese con il terzo lockdown, con le scuole chiuse con gli ospedali allo stremo. Indossare la mascherina e concludere il ciclo dei vaccini con la terza dose potrebbero non essere sufficienti, avvertono gli scienziati inglesi che ritengono che si debba procedere con misure più drastiche come la chiusura di luoghi di intrattenimento al pubblico che non siano all'aperto. Nel Regno Unito i casi continuano ad aumentare nonostante il nuovo piano di Boris Johnson che prevede il Green pass per accedere ad alcuni eventi, che raccomanda lo smart working e che rende obbligatorio l'uso delle mascherine al chiuso. Un piano che non ha deviato l'attenzione dallo scandalo del party di Natale organizzato l'anno scorso in pieno stretto lockdown da alcuni suoi collaboratori. Scandalo che preoccupa il Premier e lo indebolisce molto. Anche a New York, la governatrice dello Stato, ha annunciato nuove restrizioni e anche qui le mascherine devono essere indossate al chiuso, dopo che i contagi sono cresciuti del 43% dal 25 novembre, giorno del Ringraziamento. L'allerta rimane elevato ovunque. Dalla Danimarca, dove le scuole allungheranno le vacanze di fine anno, a Israele, che ha esteso le restrizioni per l'ingresso nel paese fino al 22 dicembre. Sono quasi 60 i paesi del mondo in cui è stata riscontrata la presenza della variante omicron.

pubblicità
pubblicità
SCOPRI VOICE
SCOPRI VOICESCOPRI VOICE
Attualità, inclusion, sostenibilità, diritti. Raccontiamo il cambiamento, un video alla volta. Scopri Voice, il nuovo progetto editoriale di Sky Tg24
GUARDA ORA