Covid, Francia verso nuove restrizioni

13 ott 2020

Parigi, Lione, Marsiglia e poi Montpellier e Tolosa. Il virus corre velocemente anche in Francia. Nelle ultime 24 ore le vittime legate al Covid-19 sono state 96, 1.539 invece i ricoveri in rianimazione, il livello più alto da maggio scorso. Nell'Île-de-France, la regione della capitale Parigi, e nei comuni vicini l'allerta è massima. Il tasso di risultati positivi dai test effettuati ha raggiunto il 17%. In rianimazione il 50% dei posti letto ormai è occupato. Il primo ministro Jean Castex ha ipotizzato nuove chiusure a livello locale e raccomandato ai francesi di aumentare l'attenzione per affrontare la seconda ondata forte del virus. Non ci può essere un rilassamento, ha aggiunto. L'ultima parola spetterà comunque al Presidente francese Emmanuel Macron, che ha anticipato di 24 ore la riunione del Consiglio della difesa per organizzare le risposte sulla crisi sanitaria che morde il Paese. L'Eliseo pensa a un possibile nuovo giro di vite. Non è escluso un eventuale coprifuoco notturno a Parigi e in altre città. Le restrizioni si fanno quando hai sbagliato tutto, critica dall'opposizione, Marine Le Pen. Intanto ovunque in Francia monta la protesta. Numerosi addetti del settore alberghiero e della ristorazione hanno occupato le vie di accesso della capitale per manifestare contro una crisi che sta mettendo in ginocchio il settore. E domani sera tutti davanti alla televisione per l'attesa intervista a reti unificate del presidente Emmanuel Macron.

pubblicità