Covid, Germania chiuderà stadi e locali dal 28/12

21 dic 2021

Mentre nuovi contagi dilagano nel Regno Unito, superando di molto i 90 mila casi, il primo ministro Johnson torna a parlare alla nazione. Esclude misure dure sotto Natale ma aggiunge che vista la situazione potrebbe essere costretto ad agire dopo le festività. "Il virus non va in vacanza, non possiamo chiudere gli occhi davanti alla nuova ondata di epidemia", questo il monito del cancelliere Scholz. Fissato il limite agli incontri privati di massimo 10 persone. "Non è più il tempo per grandi feste di capodanno" ha detto il cancelliere. Non esclude restrizioni ulteriori la Francia, per ora restano quelle già previste ma Parigi segue le via dell'Italia sul Green pass rafforzato. Il primo ministro ha annunciato la trasformazione del pass sanitario in pass vaccinale per chi è immunizzato. Il Governo sta anche valutando l'estensione del pass vaccinale per tutti i tipi di lavoro. Stretta anche in Portogallo, paese virtuoso per i vaccini. Il Governo ha ordinato la chiusura di bar e locali notturni e ha esortato la gente a lavorare da casa, dal 26 dicembre almeno fino al 9 gennaio. Obbligo di tampone per soggiornare in hotel e il limite di 10 persone per eventi all'aperto per Capodanno. Anche la Spagna corre ai ripari e molte città annullano le feste di capodanno. Confermata per ora quella di Barcellona ma probabilmente scatterà il coprifuoco dopo l'una di notte. Da sempre molto morbida in tema di restrizioni la Svezia ora esorta i suoi cittadini a lavorare da casa e prevede per bar e ristoranti solo servizio seduti e uso della mascherina sui trasporti pubblici.

pubblicità
pubblicità
SCOPRI VOICE
SCOPRI VOICESCOPRI VOICE
Attualità, inclusion, sostenibilità, diritti. Raccontiamo il cambiamento, un video alla volta. Scopri Voice, il nuovo progetto editoriale di Sky Tg24
GUARDA ORA