Covid, gli italiani e il rientro dalla Spagna

13 ago 2020

È qualcosa che dobbiamo rispettare. Dobbiamo essere responsabili, io ho una signora anziana a casa, mia nonna, tocca essere responsabili pure per loro. Facciamo quello che ci dicono e andiamo avanti. Che era obbligatorio fare un tampone una volta arrivati in Germania, dovevi firmare una certificazione però io non ho fatto nulla. Non ho fatto nessun tampone. Sono arrivata in aeroporto e non c'era nessuno. Neanche mi hanno misurato la temperatura. Pensi che possa accadere lo stesso in Italia? In Sicilia, può essere che ti misurino la temperatura e basta. Per qualcuno è una misura necessaria, per altri, non accadrà nulla. La decisione di rendere il tampone obbligatorio e un'eventuale quarantena divide gli italiani che vivono in Spagna e hanno programmato il ritorno a casa nei prossimi giorni. Di certo la presa di posizione italiana preoccupa chi ha investito sul turismo. È una decisione che porterà ancora meno persone Spagna dicono, Paese che nel 2019 è stato visitato da più di 80 milioni di viaggiatori. I pochi turisti italiani che incontriamo non si dicono pentiti di essere partiti sono pronti al rientro. Abbiamo deciso di venire a Barcellona perché volevamo visitarla da tanto tempo e quando è finito il periodo della Fase 2 in Italia e hanno riaperto la prenotazione dei biglietti, abbiamo deciso di prenotare. Nessun problema a rientrare, nessun problema per un eventuale test, niente. Avevamo deciso di fare questo viaggio e abbiamo sfidato la sorte. Pentiti, no. Speriamo che vada tutto bene al rientro. Intanto la Spagna inasprisce le misure di sicurezza. Non si potrà fumare in strada in diverse regioni del Paese negli spazi pubblici, dove non si può garantire la distanza di sicurezza, come già avviene in Galizia. Misure e restrizioni volte al contenimento delle centinaia di focolai che si registrano nel Paese da Nord a Sud, isole comprese. Screening a tappeto per tutta la popolazione in ogni regione. Questo fine settimana si inizierà in due quartieri di Barcellona. La Spagna spera di uscire cosi dall'emergenza sanitaria che la sta investendo ed evitare un secondo lock down nazionale.

pubblicità

Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui.