Covid, la situazione in Europa tra contagi e restrizioni

30 gen 2021

L'Europa continua a essere una delle aree del mondo più colpite dal covid. Per contrastare la diffusione del virus e delle sue varianti alcuni paesi europei stanno imponendo restrizioni alle frontiere. La Germania ha annunciato che da oggi, fino almeno al 17 febbraio, bloccherà l'ingresso nel Paese ai viaggiatori provenienti da Regno Unito, Irlanda, Portogallo, Brasile e Sudafrica. Poche le eccezioni previste ad esempio per i residenti in Germania, per i passeggeri in transito, per chi trasporta merci. Anche la Francia si blinda. Vietato l'ingresso a chi arriva da paesi fuori dall'Unione Europea. Parigi promette poi controlli più severi per il rispetto delle misure attualmente in vigore. La Francia è uno dei paesi, insieme al Portogallo, dove il virus è tornato a correre, tanto che ci si aspettava un inasprimento delle restrizioni che però si sono limitate all'annuncio della chiusura dei grandi centri commerciali. Inoltre, ha detto il Primo Ministro, sarà rinforzato dove possibile il lavoro a distanza. In Svezia, dove già sono in vigore le restrizioni per chi arriva da Regno Unito, Danimarca, Norvegia, le autorità sanitarie hanno consigliato al governo di chiedere ai viaggiatori un covid test negativo fatto al massimo nelle 48 ore precedenti all'ingresso nel Paese e un'auto isolamento di una settimana. Londra, alle prese con la cosiddetta variante inglese del virus, è blindata in un nuovo lockdown nazionale, nell'ultima settimana, però, registra un calo del 30% dei contagi, mentre resta sempre molto alto il numero delle vittime. Il Regno Unito, però, sta andando avanti in modo molto spedito sulla campagna vaccinale. Sono quasi 8 milioni le persone che hanno ricevuto la prima dose, incluso il 90% degli ultraottantenni. In Portogallo è particolarmente critica la situazione delle terapie intensive, dove i posti sono quasi esauriti. Il Governo ha imposto un terzo lockdown, impedito i viaggi non essenziali ai cittadini, imposto controlli alla frontiera con la Spagna.

pubblicità
pubblicità