Covid San Marino, al via vaccinazioni con lo Sputnik

25 feb 2021

È andata bene, sono contento di aver fatto questo passo, molto emozionato. Per ora nessun effetto collaterale, nessun disturbo, speriamo che vada avanti così. È infermiere al pronto soccorso ed è il primo a ricevere il vaccino anti covid a San Marino, la piccola Repubblica, 33000 abitanti, non fa parte dell'Unione europea a causa di ritardi nelle consegne dall'Italia, ha stretto un accordo con il fondo governativo russo e ha iniziato a vaccinare con lo Sputnik, malgrado non abbia ancora il via libera dalle EMA, l'ente europeo regolatore del farmaco. Noi siamo tranquilli, intanto siamo molto felici del fatto che finalmente la vaccinazione inizierà anche a San Marino con quasi due mesi di ritardo rispetto a tutti gli altri paesi europei, non avendo un ente regolatorio interno noi autorizziamo l'utilizzo di farmaci, in questo caso di vaccini, nel momento in cui sono approvati da un ente regolatorio esterno, in questo caso stiamo parlando di un vaccino che è utilizzato in più di 30 Paesi, non ci sono registrazioni di eventi avversi significativi. Lo Sputnik è destinato solo a cittadini sammarinesi, costa circa la metà del Pfizer, il richiamo dopo 3 settimane, 7500 le dosi arrivate, altrettante ne saranno consegnate nei prossimi giorni, la campagna vaccinale comincia con gli operatori sanitari e le categorie fragili. Il fiocchetto è un bel simbolo, rappresenta un po' quello che è il logo, quindi la protezione che noi facciamo a noi stessi, ma soprattutto rivolta alla protezione di tutta la popolazione. A San Marino la pandemia ha colpito duro racconta il direttore sanitario dell'istituto di sicurezza sociale. Al bilancio dell'emergenza covid è stato pesante per la nostra Repubblica, per una popolazione di 33000 abitanti, tra la prima e la seconda data abbiamo avuto più di 70 decessi e circa 3500 contagiati.

pubblicità
pubblicità