Crisi Tunisia, +17% disoccupazione e economia in stallo

28 lug 2021

Da una parte tenta la via del dialogo, dall'altra continua sulla strada intrapresa domenica e rimuove 20 funzionari del Governo. Il Presidente tunisino Kaïs Saïed, che sostiene di aver agito secondo la Costituzione, sta incontrando diversi rappresentanti sindacali e di associazioni. La strada è quella del dialogo con tutte le forze politiche, anche con il partito islamista Ennahda, più colpito dalle decisioni del Presidente. Partito che in Parlamento ha la maggioranza dei seggi e che ora chiede di tornare ad elezioni. È vivo il timore delle diplomazie di veder crollare l'unica democrazia, seppur fragile, risultato della Primavera Araba e della Rivoluzione dei Gelsomini, che nel 2011 nacque in Tunisia e si diffuse in gran parte del Nord Africa e del Medio Oriente. La cacciata di Ben Ali, al potere dal 1987, le elezioni e l'entrata in vigore di nuova Costituzione, hanno portato garanzie di libertà e uguaglianza ma anche instabilità. Terreno fertile per lo scontro politico tra Saïed e Ennahda. Instabilità che si traduce in disincanto. Nel 2014 ha votato il 68%. Nel 2019 il 42%. Crisi politica ed economica. 7,2 miliardi di dollari necessari al paese, messo in ginocchio dalla pandemia. Nel 2020 il PIL ha subito un calo dell'8,8% rispetto all'anno precedente. La disoccupazione è salita oltre il 17%. Aumenta la povertà, aumentano gli sbarchi sulle coste europee. Più 59% di arrivi nei primi sei mesi del 2021 rispetto allo scorso anno. Non aiuta lo stallo nelle trattative tra il Governo tunisino rimosso e il Fondo Monetario Internazionale, per il piano di aiuti previsto per il paese. L'invito alla calma arriva da tutte le forze in campo, mentre si attende di capire chi ratificherà la sospensione del Parlamento, visto che l'organo preposto, la Corte Costituzionale, non è stata ancora eletta.

pubblicità
pubblicità
I podcast di Sky TG24
I podcast di Sky TG24I podcast di Sky TG24
Ascolta e segui i podcast di Sky TG24: cultura, arte, informatica, scienza e tanti altri temi raccontati dalle voci dei giornalisti di Sky TG24
Scopri tutti i podcast